ONDE D'URTO RADIALI TERAPIA - Centro Fisioterapico Canavesano - Leinì - Torino

ONDE D'URTO

Share |

Onde d'urto - Centro Fisioterapico Canavesano

Un’onda d’urto è un singolo impulso acustico caratterizzato da un rapido aumento fino a una pressione di picco elevata, seguito da una rapida riduzione fino a una pressione inferiore a quella ambientale.

Gli impulsi vengono trasmessi all’area interessata dal punto di contatto sulla superficie cutanea. ll metodo utilizza singole onde a pressione acustica per trattare patologie muscolo-scheletriche e dermatologiche.

Offre e combina due tecnologie, la propagazione di onde d’urto radiali, per ottimizzare i risultati del trattamento. Diverse pubblicazioni scientifiche sulle onde d’urto hanno dimostrato risultati importanti in ambito di diminuzione del dolore nella maggior parte dei pazienti dopo solo poche sedute di trattamento, anche nei casi di dolore cronico.

Questa terapia non invasiva attiva un processo auto-curante in presenza di dolore e permette di ottenere risultati significativi.

APPROFONDIMENTO DEI NOSTRI ESPERTI:

"Le onde d'urto sono delle onde acustiche ad alta energia che vengono veicolate nel corpo umano mediante un sistema di trasmissione a sonda che permette di focalizzarle sul bersaglio da trattare e determinare una stimolazione meccanica diretta. Questa stimolazione crea dei micro traumi che fungono da una sorta di “micro idromassaggio”, il quale innesca una serie di reazioni cellulari e biochimiche che conducono ad un effetto antinfiammatorio e antidolorifico. Le onde d'urto sono indicate sia per patologie in fase acuta (instaurate da pochi giorni o settimane) che in fase cronica (presenti da più tempo), principalmente vengono utilizzate con successo su tendinopatie (epicondiliti, tendinopatie della cuffia dei rotatori della spalla, fasciti plantari, tendinopatie del tendine d’Achille) e su patologie ossee (spine calcaneari, ritardo di consolidamento di fratture, calcificazioni).

Il trattamento è ambulatoriale e un ciclo di terapia prevede solitamente tre applicazioni, una a settimana da circa 10-15 minuti l’una. Il paziente viene fatto sdraiare sul lettino e il terapista, dopo aver acquisito il consenso informato, spiegato la procedura, gli effetti desiderati e indesiderati,applica la sonda sulla superficie da trattare per qualche minuto. A seconda della zona da trattare, in particolare in vicinanza di superfici ossee, il trattamento può essere più o meno doloroso, con ampia variabilità da persona a persona. Proprio per questo il terapista può effettuare durante la seduta qualche pausa o diminuire la profondità delle onde, a seconda della tolleranza. Spesso il paziente dopo le prime sedute può avvertire dolenzia anche durante l'arco della giornata, proprio perché viene sollecitata la zona dolente, ma è assolutamente normale, infatti per poter apprezzare il vero effetto terapeutico è necessario aspettare almeno due settimane dal termine del ciclo. L'effetto benefico sul dolore è lento e progressivo col tempo proprio perché il meccanismo d'azione interviene su reazioni biologiche complesse e fenomeni riparativi che necessitano di tempo per instaurarsi."
 


Per informazioni e prenotazioni visite
COMPILA IL FORM